Le nostre farmacie comunali rappresentano un patrimonio di grande rilievo all’interno della vita cittadina, in grado di garantire un servizio efficiente per gli abitanti e, al contempo, grazie alle economie di scala, ottimi margini operativi. 

La società SFERA SRL gestisce attualmente 16 farmacie a: Imola, Faenza, Medicina, Castel San Pietro Terme, Lugo e Budrio. Il CON.AMI (proprietario di 4 Farmacie comunali di Imola) incassa, attraverso un contratto d’affitto di ramo d’azienda, circa 400.000 euro l’anno.  Nel 2017 è prevista l’apertura di una nuova farmacia comunale a Imola.

L’unione di queste farmacie ci ha consentito di raggiungere importanti risultati nonché notevoli vantaggi. Infatti, tutti coloro che lavorano all’interno delle farmacie hanno collaborato al fine di ottenere uno stemperamento dei costi, una massa critica tale da reggere meglio la competizione, l’attivazione di specifici corsi formativi che consentono di migliorare la professionalità dei lavoratori e di acquisire maggiore forza contrattuale con i fornitori.

Tutte le migliorie attuate e gli ottimi risultati di gestione hanno permesso di investire sull’innovazione tecnologica, cosa che ci ha dato modo di perfezionare ulteriormente i nostri servizi e di qualificare il rapporto tra il personale della farmacia e la clientela. La prima a sperimentare questo innovativo sistema tecnologico è stata la Farmacia dell’Ospedale di Imola, istituita nel 1794 e che quindi ora, oltre a essere la più antica in attività, è anche una delle più all’avanguardia. I nuovi supporti automatizzati consentono ai farmacisti di non doversi più allontanare dal banco per ritirare il prodotto richiesto, garantendo così al cliente una continuità di servizio e una minore dispersione di tempo, il tutto quindi a vantaggio del rapporto con l’utente.

Il mercato attuale è fortemente competitivo e richiede di attuare una serie di azioni:

▶ sviluppo delle varie iniziative già collaudate quali calendario e campagne promozionali (offerte natalizie, offerte estate, ecc.), campagne vetrine, iniziative di co-marketing con i fornitori, applicazione del Category Management in tutte le farmacie e ampliamento delle categorie trattate con particolare attenzione alle nuove tendenze del mercato;

▶ rinnovo della Carta fedeltà per fidelizzare i clienti e dare loro vantaggi anche economici (26.003 tessere attive ad oggi). Il nuovo sistema che verrà adottato nei prossimi anni consentirà di accentuare il focus verso il consumatore migliorandone la concentrazione degli acquisti di servizi e prodotti nel canale farmacia;

▶ introduzione dell’automazione di magazzini per migliorare i processi di lavoro della farmacia, recuperare spazio, liberare tempo del personale di farmacia da dedicare di più al consiglio e alle vendite abbinate, tenere sotto controllo l’inventario della farmacia e di conseguenza ridurre sensibilmente i costi. All’automazione della Farmacia dell’Ospedale di Imola di ottobre 2014, si sono infatti aggiunte quelle della Farmacia Via Marconi, a Faenza (2015) e della Farmacia dell’Ospedale di Castel San Pietro Terme (2016);

▶ massimizzare i margini seguendo la politica commerciale di gruppo;

▶ sviluppare la farmacia come polo di erogazione di servizi socio-sanitari: quest’anno sono stati introdotti in tutte le farmacie del gruppo nuovi servizi, quali la Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC), la valutazione della stasi venosa e l’analisi della pelle;

▶ Sviluppare l’educazione sanitaria delle farmacie comunali, con organizzazione di incontri con la clientela (una media di 4 incontri al mese presso le varie farmacie).

Piano Triennale