Tra le attività in espansione del CON.AMI c’è sicuramente quella di investimento nell’acquisizione e detenzione delle conoscenze, per utilizzarle a beneficio dei Comuni soci. Del resto, uno dei motivi per cui il Consorzio è stato costituito è quello di essere il custode e depositario delle conoscenze tecniche nel campo dei servizi a rete, studiare le problematiche e fornire strumenti operativi per risolvere problemi del territorio.

Per realizzare questo obiettivo, è stato appaltato un progetto – su base triennale – per la compilazione di un database unico, contenente tutti i dati utili per la conoscenza delle reti e degli impianti nell’area di riferimento.

In particolare, dall’introduzione delle normative che stabiliscono l’affidamento del servizio di distribuzione del gas tramite gara, si è scelto di concentrarsi su questo settore, oltre che su quello della gestione della mobilità.

Rete gas

A seguito del D.M. 226/2011, dei provvedimenti seguenti e delle delibere dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, che hanno stabilito, in linea con le intenzioni della normativa comunitaria e nazionale, di affidare il servizio di distribuzione del gas naturale tramite gara, predefinendo i macro ambiti di riferimento, il CON.AMI ha compiuto la scelta strategica di dare vita ad un vero e proprio “Ufficio gas”, con professionalità competenti e formate con l’obiettivo di riportare al proprio interno le conoscenze nel settore del servizio gas che erano state sostanzialmente demandate in toto ai gestori.

Il percorso per il CON.AMI è iniziato assumendo il ruolo di struttura tecnica di supporto per la preparazione della gara del Comune di Bologna, Stazione Appaltante degli ambiti uniti Bologna 1 e 2, con il compito di fare la controparte contrattuale del nuovo gestore per i 12 anni successivi all’affidamento del servizio. In seguito, attraverso specifica Convenzione,  il CON.AMI ha assunto formalmente il ruolo di supporto per i propri comuni Soci anche dell’Atem Ravenna e nel 2016 ha stipulato una Convenzione con il Comune di Ravenna per fornire supporto tecnico alla Stazione Appaltante dell’ambito di Ravenna.

Nell’anno 2017 è prevista la pubblicazione dei bandi per la scelta del gestore del servizio di distribuzione gas sia nell’ambito di Bologna che in quello di Ravenna. 

La sfida che attende la struttura tecnica è il perfezionamento di questi bandi raccordando le istruttorie già svolte con le novità normative, omogenizzando i dati pervenuti dai vari gestori uscenti attraverso un dialogo non sempre semplice, condividendo il lavoro svolto con le stazioni appaltanti e i comuni concedenti.

Le competenze sviluppate all’interno dell’ufficio gas del CON.AMI si stanno rivelando indispensabili in questo percorso soprattutto per la tutela degli interessi dei Comuni concedenti. Si tratta di premesse fondamentali affinché il Consorzio successivamente, almeno per l’ambito unito Bologna 1 e 2, possa svolgere un ruolo di governo nella gestione di un servizio così importante, per ottenere il miglior risultato sia tecnico che economico ed essere una competente controparte verso il gestore.

Servizio di Igiene Ambientale

Con l’introduzione della TARI (Tassa Rifiuti), si è ritenuto indispensabile riportare all’interno del CON.AMI competenze ed informazioni sulla tematica del servizio rifiuti (raccolta e spazzamento).

Tale operazione risulta necessaria anche in vista delle prossime gare per l’affidamento  del servizio stesso per ambiti territoriali ottimali.

Le competenze specifiche hanno la finalità da un lato di poter rapportarsi, a supporto o per conto dei Comuni Soci, con Autorità d’Ambito e/o Gestore del Servizio, dall’altro di riportare in ambito consortile il patrimonio della conoscenza anche in questo settore.

L’attività principale del settore di Igiene Ambientale all’interno del

CON.AMI risulta quella di supporto ai Comuni consorziati per l’analisi dei Piani Finanziari Gestione Rifiuti Urbani redatti da Atersir e dei relativi Consuntivi redatti dal Gestore,  per le valutazioni tecnico/economiche sui modelli di raccolta per future gare d’ambito, sull’impiantistica a supporto dei sistemi di raccolta, sull’individuazione di vie di sviluppo innovative e su  possibili  investimenti su infrastrutture fisse dei sistemi di raccolta e smaltimento.

In relazione a quest’ultima tematica il CON.AMI ha seguito la redazione del progetto preliminare per la realizzazione di una area attrezzata per la valorizzazione della raccolta differenziata, da collocare nel Comune di Imola, nel sito individuato di via Montericco (ex centrale di cogenerazione). La realizzazione di tale infrastruttura, richiesta dal Comune di Imola,  è prevista a partire dalla seconda metà del 2017, con completamento nel 2018. All’interno della nuova area attrezzata saranno previsti tre differenti utilizzi: area Self Service SH24, Centro di Raccolta per alcune tipologie di rifiuto RD e Centro di Riuso. L’intervento è in linea con quanto previsto dalla L.R. 16/2015.

Si tratta di un intervento qualificante all’interno di un sistema più ampio ed integrato alla raccolta stradale territoriale, inquadrato come “progetto innovativo”, mirato alla riduzione della quantità dei rifiuti, all’incremento della raccolta differenziata con recupero di materiale, alla promozione del reimpiego e riutilizzo dei beni usati, all’efficientamento energetico, alla fruibilità continua dell’area self service grazie all’elevato livello di automazione e videosorveglianza.

Società AREA BLU S.p.A., la sfida della fusione per offrire il meglio

Controllo del traffico, della mobilità, della sicurezza, della sosta e della qualità urbana sono le materie di competenza di Area Blu Spa, società le cui quote sono così suddivise: 70% del Comune di Imola, l’8% del CON.AMI,le restanti divise tra Nuovo Circondario Imolese, Province di Bologna e Forlì-Cesena, Comuni di Castel San Pietro Terme e Dozza.

Area Blu ha chiuso l’ultimo esercizio in utile.

Nell’anno 2017 è prevista la fusione per incorporazione di BeniComuni s.r.l., società strumentale con unico azionista il Comune di Imola e con oggetto sociale la realizzazione, gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare del Comune di Imola, in Area Blu S.p.A.

 

Lo scopo e i vantaggi della fusione sono:

▶ Rendere più efficiente la gestione delle risorse umane attraverso l’integrazione di alcuni processi organizzativi, sia legati all’operatività aziendale che alle attività di supporto. Tali integrazioni, oltre a portare un beneficio economico nel medio periodo dal punto di vista dei costi operativi e di personale, permetterà anche nel breve periodo maggiore specializzazione delle risorse della società;

▶ Costituire un soggetto capace di supportare gli enti locali soci, divenendo un centro di specializzazione nella gestione del patrimonio pubblico e della mobilità;

▶ Ottenere vantaggi competitivi in termini di costo unitario dei servizi derivanti dall’accrescimento della scala dimensionale, dal miglioramento delle condizioni di accesso al mercato dei capitali e dalle razionalizzazioni organizzative derivanti dalla condivisione delle migliori pratiche interne nei processi e negli strumenti adottati.

▶ Offrire nuovi e più ampi servizi ai suoi enti soci, che potranno comunque mantenere un controllo pubblico equivalente a quello effettuato all’interno della propria struttura organizzativa.